Jump to content
Sign in to follow this  
Rozzilla

[ 12 - 13 - 14 Ottobre 2012 ] Dragon Recon - Persano

Recommended Posts

Ecco le foto dell'ultima "fatica" di Zarruele, la Dragon Recon 2012!

Un complimento "immenso" a Chiaro, Agno, Nox e Sexi per l'impegno e la dedizione che hanno messo nello svolgere questo evento e un grosso ringraziamento a Gianni "perchè lui sa"! ;)

Sesti su ventudue team è "tanta roba" specialmente in un contesto diverso dai "nostri"!

Ancora complimenti!

 

Edo ora, le foto del nostro Gianni!

 

l_PA120001.jpg

 

 

l_PA120003.jpg

 

l_PA120005.jpg

 

l_PA120006.jpg

l_PA130007.jpg

 

 

l_PA130009.jpg

 

l_PA130010.jpg

 

l_PA130011.jpg

 

l_PA130012.jpg

 

l_PA130013.jpg

 

l_PA130014.jpg

 

l_PA130015.jpg

 

l_PA140019.jpg

 

l_PA140020.jpg

 

l_PA140021.jpg

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Scusate se scrivo solo ora ma ieri avevo poco tempo e non volevo scrivere due righe tanto per farlo.

 

La fatica è stata tantissima e non è limitata a quella sopportata in campo.

La fatica è iniziata molto tempo prima quando, per l'ennesimo anno, ci siamo scontrati con le ricerche e le traduzioni di acronimi incomprensibili tratti da moduli ancor più incomprensibili.

Ci siamo trovati a conciliare gli impegni quotidiani e la mancanza di tempo libero con cose tipo "medevac", "ied/uxo 9 line", "cas 9 line", primo soccorso, smontaggio/montaggio armi, riconoscimento mezzi, armi, mimetiche, gradi, acronimi nato, lancio di granate in notturna a 20 metri, prove di tiro con beretta a 15 metri, sbarco tattico da barchini plananti, marcia e implotonamento, ecc...

In un attimo ci siamo ritrovati in un ambiente che decisamente risulta chiuso e di difficile comprensione.

Posso affermare senza timore di aver perso qualche chilo a causa della tensione accumulata.

A tutto ciò aggiungiamo un viaggio da 800 km della durata di 3 giorni, la pioggia, il freddo, i 17 Km percorsi e il continuo sentore di inadeguatezza che ci pervadeva.

E nonostante tutti i preparativi e gli studi, ci siamo puntualmente scontrati contro prove oscure per noi.

Come effettuare l'avvicinamento e la salita su di un elicottero per esfiltrare dall'area operativa ormai compromessa?

Quale disposizione devono assumere gli uomini a terra? Devono aspettare il segnale dal pilota prima di salire a bordo? L'arma personale, una volta a bordo, a bordo dev'essere carica, scarica o basta inserire la sicura? La volata deve stare in alto o in basso? Qual'è la seduta dell'uomo con l'arma di supporto? Qual'è invece la posizione del capopattuglia? E in caso il velivolo venga ingaggiato, il capopattuglia può rispondere al fuoco o è sottoposto al comando del pilota?

E come intervenire in caso di rilevamento di una zona con trappole esplosive? Come procedere? Quali misure adottare? Come chiamare gli EOD? Come scendere da un carro armato soggetto a fuoco anticarro? Come richiedere un fuoco di artiglieria?

Insomma, le occasioni per sbagliare sono tante... Ma sono tante anche quelle per imparare molte cose nuove!

E la cosa più bella è che le lezioni si svolgono direttamente sul campo, con mezzi veri!

É proprio questa voglia di imparare e mettersi in gioco che ci ha spinti a tutto questo impegno e, fortunatamente, anche ad ottenere un risultato di cui essere decisamente soddisfatti.

Abbiamo ottenuto il sesto posto su 22 squadre, di cui 10 in servizio attivo.

Abbiamo ricevuto una coppa grazie al primo posto sulla prova di attraversamento fluviale e, anche se non premiati, abbiamo anche raggiunto il terzo posto nella prova di tiro generale.

 

Il mio personale ringraziamento alla squadra è quasi scontato perchè la sinergia tra di noi è stata al 100% e la serietà con cui abbiamo affrontato le prove è stato fondamentale per il raggiungimento del risultato.

Ne avete il merito perchè avete dato il massimo.

Vi ringrazio profondamente.

Permettetemi solo di menzionare Six perchè, se abbiamo potuto partecipare alla Dragon Recon, è principalmente grazie alla sua preparazione.

Ogni giorno che passa, sei sempre più una colonna portante della squadra.

 

Concludo che, visto che abbiamo ancora margine di miglioramento, chissà se l'anno prossimo non si raggiunga un quinto posto! :-D

 

P.S. Gianni ormai sono stanco di ringraziarlo... :-D Sei il migliore e grazie per la tua fiducia e per il tuo entusiasmo nel vederci imparare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×