Jump to content

stregatto

Members
  • Content Count

    4257
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

About stregatto

  • Rank
    Spammer-Man
  • Birthday 02/25/1984

Contact Methods

  • Website URL
    http://

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    San Vittore Olona
  1. stregatto

    Paintball

    sono sconcertato dal fatto che continuano a nascere campi da paintball in italia e riconosciuti anche dalla AICS pubblicizzati sul web e con negozi online http://paintballelitebergamo.webnode.com// http://www.paintballforum.it http://www.aics.info/settori.php http://www.paintballvarese.it/ http://www.paintball-life.com se non hanno cambiato la normativa (e dubito che l'hanno fatto) è tutto illegale al 100% e non capisco come sia possibile -.- se così fosse un giorno scoppierà un bel casino e ci andiamo di mezzo anche noi del softair -.- mi sa che una mail alla AICS per chiedere qualche spiegazione va mandata...
  2. questo è un gran coltello multiuso http://www.coltelleriacollini.it/cgi-bin/c...oduct/View/4691
  3. Uno degli articoli più noti della Maxpedition è la Rolly Polly, un comoda "sacca" dove l'operatore può riporre i caricatori esausti, ne esistono di 3 misure piccola/grande/media ma pochi sanno che della stessa linea esistono due tipi di zaini che si richiudono proprio come le classiche Rolly Polly. quello che andremo a vedere si chiama Rolly Polly Extreme è lo zaino più grande e completo in produzione mentre il suo fratello minore, il Folding Backpack, è uno zaino a sacca. La scheda tecnica della ditta: La versione Extreme ha dimensioni veramente contenute quì possiamo vederla a confronto con una borraccia americana da 1litro Come possiamo notare all'apparenza sembra una comunissima Rolly Polly ma con dimensioni maggiori. La chiusura è la classica a velcro e sul retro si trovano 3 file da 2 pals inoltre si può notare la maniglia dello zaino. una volta aperto lo zaino si presenta in questo modo La rolly polly exstreme è dotata di un totale di 4 tasche a zip e di un divisore interno, le tasche esterne hanno una superficie velcrata, nella tasca superiore la superficie velcrata serve per chiudere lo zaino mentre in quella inferiore possiamo attaccare le patch che preferiamo. Le due tasche frontali hanno una buona capienza e sono di dimensioni simili a quelle del classico M.A.P. La tasca superiore è una normalissima tasca e non presenta nulla al suo interno mentre in quella inferiore possiamo trovare un divisorio con un laccio per assicurare al suo interno piccoli oggetti (chiavi,coltello,torcia ecc...) inoltre è presente una tasca frontale "porta documenti". ecco come si presentano gli spallacci sono realizzati in cordura pesante e sono regolabili, è presente anche il laccio pettorale per far aderire meglio lo zaino al corpo. Ogni spalaccio è dotato di 4 pals e di un laccio elastico per far passare il tubo della sacca di idratazione. particolare della cucitura degli spallacci allo zaino Una bella idea da me molto apprezzata è stata quella di inserire nella cinghia pettorare un fischietto integrato nelle clip. lo zaino al suo interno ha un divisore per inserire la sacca di idratazione e un gancio per tenerla alzata. Al suo interno troviamo anche una tasca "porta documenti". Le capacità di carico sono notevoli; a pieno carico ci stanno comodamente 4 bottiglie d'acqua da 2 litri e la borraccia americana nella tasca frontale. La rolly polly extreme costa 75 euro è disponibile nelle colorazioni OD, KHAKI, ACU e BLACK Conclusioni Il prodotto è ben fatto sià come estetica che come qualità dei materiali in linea con gli altri prodotti della Maxpedition, le cuciture sono solide e non si presentano particolari difetti. Ho scelto questo prodotto perchè ho sempre voluto avere la possibilità di avere una zaino da portarmi dietro durante le classiche partite domenicali ma anche durante eventi di 24H, i suoi utilizzi sono vari può essere utile per riporre un giacca nel caso si viaggi leggeri o essere usato quando il grosso del materiale si abbandona in occultamento. L'unico difetto riscontrato è quello dovuto alla chiusura superiore dello zaino, infatti rimane aperto e l'acqua può tranquillamente entrare quindi in caso di pioggia è consigliabile riporre tutto il contenuto in un sacco della spazzatura.
  4. ho testato questo gioco e mi sta tentando ...primo perchè tutto il regolamento è disponibile in pdf e soprattutto per il basso costo delle miniature difatti si utilizza la scala in 1/72 che è una delle più economiche in commercio ecco alcune foto di una partita...questa è ambientata a berlino se volete capire meglio come funziona il gioco potete tovare un'edizione completamente free del regolamento in versione pdf a questo link: http://www.alzozero.it/2009/html/download.html
  5. da sas odellismo sono arrivate queste mimetiche che sembrano veramente fighe le ho viste di persona e se non sbiadiscono meritano alla grande!!!...disponibili anche in marpat! http://www.claw-gear.eu/
  6. La Salwar Kamiz o Shalwar Kamiz (Hindi, सलवार क़मीज़ salvār qamīz o anche शलवार क़मीज śalvār qamīz, Punjabi ਸਲਵਾਰ ਕਮੀਜ਼ salvār kamīz, Urdu شلوار قمیض šalwār qamīz, ma scritto anche Salwar Kameez o Shalwar Kameez, in inglese Punjabi Suit) è un abito tradizionale, sia maschile sia femminile, di alcune popolazioni del sud-est asiatico (Afghanistan, Inda, Pakistan, Bangladesh etc.). Il termine Kamiz deriva dall'arabo, Salwardal persiano. La Salwar Kamiz consiste di tre parti: Salwar, Kamiz e Dupatta. La Kamiz è una camicia lunga che arriva almeno all'anca ma a volte anche al ginocchio dando grande liberta di movimento a chi la indossa. Le donne portano anche la Dupatta, una scialle lungo e largo che le copre il capo, le spalle ed il collo. La camicia degli uomini è anche chiamata Kurta. Naturalmente la Salwar Kamiz è disponibile in diverse fogge, colori e lunghezza, senza rappresentare necessariamente tradizioni locali, ma solo per soddisfare il gusto di chi le indossa. la Salwar Kamiz che ho acquistato viene confezionata in sartoria ed è realizzata in cotone al 100% La Kamiz (camicia) è dotata di due tasche laterali non molto capienti, un taschio sul petto. Il colletto e i polsini vengono realizzati con tessuto doppio risultando più rigidi, in modo da mantenere la forma. I bottoni sono abbastanza piccoli realizzati in materiale plastico, le cuciture sono di buona qualità cucite a macchina con filo di cotone. i Salwar (pantaloni) hanno la particolarità di essere decisamente molto ampi, vengono indossati stringendoli in vita tramite una coulisse. i pantaloni non presentano tasche a vanno indossati a vita alta. le taglie delle Salwar Kamiz sono molto particolari, essendo i pantaloni molto larghi e la kamiz molto lunga. Per i pantaloni solitamente non ci sono problemi per la kamiz si può avere qualche problema nel reperire taglie comode. la Salwar Kameez indossata con un setup special force in Afghanistan la Salwar Kameez viene venduta in Italia da softair2000 ed il costo è di 58 euro esclusa la spedizione. Le taglie disponibili sono 3: piccola, media, grande. http://www.softair2000.com/softair2000_sal...meez_p4349.html PRO: Leggera, semplice, adatta per reenactor, set up special force o set up da guerrigliero talebano CONTRO:non è una mimetica quindi la leggerezza dei tessuti non la rende adatta ad un uso intensivo senza rischiare strappi, stessa cosa vale per le cuciture; non sono realizzate con materiali tecnici e pur essendo ben fatte, alla lunga potrebbero cedere.
  7. su sam un tizio vendeva queste "sciarpe" che servono per raffreddare il corpo la cosa mi sembrava interessante e mi sono fatto un giro in rete per capire cosa fossero in pratica è una striscia di tessuto in cotone e poliestere contenenti dei poly cristalli va tenuto in acqua per circa 30 minuti prima di utilizzarlo e posto sul collo ha la funzione di raffreddamento del sangue e quindi è in grado di abbassare la temperatura del corpo quando l'effetto rifrigerante comincia a calare basta girarlo la durata dovrebbe essere di 2/3 giorni dopodichè va ricaricato d'acqua è usato dall'US ARMY e dall'esercito canadese e inglese il costo si aggira sulle 10/15 sterline lo inserisco nella lista delle cose da comprare
  8. vi quoto questo post interessante http://www.softairmania.it/forum/newreply....y&p=1600478
  9. sul sito della tattical equipment (http://www.tacticalequipment.it/) è apparsa questa mimetica da quello che ho capito dovrebbe essere la stessa tactical equipment a produrre questa linea di vestiario anche perche il sito http://www.thewarriorspirit.it/ è sempre dello stesso negozio ho inviato una richiesta di info appena mi rispondono vi faccio sapere
  10. stregatto

    T-shape

    vorrei che tutti dessero un'occhio a questo manuale di gioco dove viene spiegato il T-SHAPE un modo alternativo per interpretare il soft air molto simile ai giochi che piacciono a noi ma molto più completi personalmente questo regolamento rispecchia molto la mia idea di soft air in definitiva non è nulla di realmente "nuovo" è un vero e proprio manuale che raccoglie tutto quello che si può fare durante un game scritto seguendo un senso logico in modo da poter "modellare" il game a proprio piacere inserendo varie opzioni di regolamento quindi partendo da una base aggiungendo poi dettagli, personaggi ecc.. http://www.softaircenter.com/tshape/manual.php?i=1 per concludere complimenti agli ideatori di questo bel manuale
  11. quante volte vi è capitato di prendere appunti sotto l'acqua senza riuscirsi? o di avere una penna che per il troppo freddo non scrive più? oppure che la carta unta e bisunta dalle nostre mani respinga l'inchiostro della nostra penna? questo è quello che fa per voi CARATTERISTICHE TECNICHE refil Fisher Space: scrive a temperature da -35° a oltre 120°, sott’acqua, su superfici sporche e oleose, dura 15 volte in più rispetto ad un normale refil non pressurizzato, può tracciare un riga continua di 14 km grazie al particolare inchiostro tixotropico, dalla consistenza semisolida che viene resa fluida dalla speciale sfera in tungsteno. Il refill Fisher è oggi disponibile in diversi colori con 3 spessori di scrittura: fine (0,5), medio (0,7) e broad (1,0). Inoltre in ogni blister è presente un piccolo adattatore che rende il refill Fisher compatibile con tutte le penne che montano refill tipo Parker®. LA SUA STORIA Il refill pressurizzato Fisher Space Pen fu inventato specificatamente per la NASA che negli anni '60 era alla ricerca di un'alternativa alla matita per poter consentire di scrivere anche in assenza di gravità. Le missioni spaziali erano infatti diventate di ordinaria amministrazione e la micropolvere di grafite generata dalle matite poteva rappresentare un rischio per i delicati e sofisticatissimi apparati di bordo. L'allora giovane Paul C. Fisher venne a sapere di questa ricerca e, visto che da tempo stava lavorando ad una cartuccia di inchiostro che non perdesse come quelle allora in circolazione, decise di investire le sue risorse in questa impresa. Il risultato fu un refill pressurizzato che era in grado di scrivere anche in assenza di gravità ma che, soprattutto, era in grado di sopportare le condizioni esrtreme dello spazio cosmico. Il particolare inchiostro tixotropico inventato da Fisher, con la consistenza semisolida di una gomma da masticare, veniva liquefatto dalla sfera in carburo di tungsteno montata sul puntale che agiva con un "effetto macina" che rendeva possibile scrivere. Di conseguenza l'inchiostro di Fisher era in grado di resistere a temperature estreme, da -35°C. fino ad oltre 120°C., scriveva sott'acqua e perfino su superfici sporche o oleose. Dopo innumerevoli test anche la NASA si convinse della superiorità di questo refill e da allora sia la Agenzia Spaziale americana e , successivamente, anche quella Russa, utilizzarono le penne con refill Fisher per tutti i voli in cui venivano utilizzati equipaggi umani. Una Fisher Space Pen era anche infilata nella tuta dei due astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin che per primi, il 20 luglio 1969, sbarcarono sulla Buna. -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- RECENSIONE Ho finito di testare la fisher space pen e devo dire che è fenomenale! ho provato a scrivere su di un cartoncino immerso in bicchiere d'acqua e va senza problemi, lasciata a bagno per ore una volta tolta scrive tranquillamente, messa nel frigor e nel congelatore per più di 30 minuti e una volta fuori anche qui scrive senza problemi, ho provato pure a scaldarla col fono l'inchiosto non è colato e come al solito ha passato anche qu“ il test scrittura unico "difetto" sta nel fatto che a volte il tratto non è marcato come in condizioni normali ma comunque risulta tranquillamente leggibile in vendita da http://www.softair2000.com per ora hanno solo alcuni modelli di penne e molti refil di ricambio che posso essere comunque montati su qualsiasi penna della Fisher esistono refil a punta fine media o grossa in vari colori e vari modelli di spece pen tutto il resto lo potete trovare sul sito ufficiale http://www.spacepen.com
  12. quante volte vi è capitato di prendere appunti sotto l'acqua senza riuscirsi? o di avere una penna che per il troppo freddo non scrive più? oppure che la carta unta e bisunta dalle nostre mani respinga l'inchiostro della nostra penna? questo è quello che fa per voi CARATTERISTICHE TECNICHE refil Fisher Space: scrive a temperature da -35° a oltre 120°, sott’acqua, su superfici sporche e oleose, dura 15 volte in più rispetto ad un normale refil non pressurizzato, può tracciare un riga continua di 14 km grazie al particolare inchiostro tixotropico, dalla consistenza semisolida che viene resa fluida dalla speciale sfera in tungsteno. Il refill Fisher è oggi disponibile in diversi colori con 3 spessori di scrittura: fine (0,5), medio (0,7) e broad (1,0). Inoltre in ogni blister è presente un piccolo adattatore che rende il refill Fisher compatibile con tutte le penne che montano refill tipo Parker®. LA SUA STORIA Il refill pressurizzato Fisher Space Pen fu inventato specificatamente per la NASA che negli anni '60 era alla ricerca di un'alternativa alla matita per poter consentire di scrivere anche in assenza di gravità. Le missioni spaziali erano infatti diventate di ordinaria amministrazione e la micropolvere di grafite generata dalle matite poteva rappresentare un rischio per i delicati e sofisticatissimi apparati di bordo. L'allora giovane Paul C. Fisher venne a sapere di questa ricerca e, visto che da tempo stava lavorando ad una cartuccia di inchiostro che non perdesse come quelle allora in circolazione, decise di investire le sue risorse in questa impresa. Il risultato fu un refill pressurizzato che era in grado di scrivere anche in assenza di gravità ma che, soprattutto, era in grado di sopportare le condizioni esrtreme dello spazio cosmico. Il particolare inchiostro tixotropico inventato da Fisher, con la consistenza semisolida di una gomma da masticare, veniva liquefatto dalla sfera in carburo di tungsteno montata sul puntale che agiva con un "effetto macina" che rendeva possibile scrivere. Di conseguenza l'inchiostro di Fisher era in grado di resistere a temperature estreme, da -35°C. fino ad oltre 120°C., scriveva sott'acqua e perfino su superfici sporche o oleose. Dopo innumerevoli test anche la NASA si convinse della superiorità di questo refill e da allora sia la Agenzia Spaziale americana e , successivamente, anche quella Russa, utilizzarono le penne con refill Fisher per tutti i voli in cui venivano utilizzati equipaggi umani. Una Fisher Space Pen era anche infilata nella tuta dei due astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin che per primi, il 20 luglio 1969, sbarcarono sulla Buna. -------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- in vendita quì http://www.winshop.biz/catalog4/product_in...products_id=144 o in qualsiasi cartoleria un po seria p.s.:questo refil è lo stesso che montano le penne tattiche dai costi spropositati che a noi servono poco a nulla come questa qui morale della favola basta comprare una penna decente da 10 euro e sostituire il refil così non avremo più problemi di penne che non scrivono
  13. finalmente la replica del AMP DSR-1 uno dei miei fucili di precisione preferiti e non solo guardate e sbavate!!!! http://www.gunnerairsoft.com/forum/viewtop...p?f=3&t=358
  14. mini ris VENDUTO zaino dpm inglese dovrebbe essere un 100litri solo per voi a 30 euro http://www.forzespeciali.it/accessori/zain...en_inglese.html P.S.: il gatto non ?n vendita base modula BH come nuova 50 euro se volete le foto ve le fo' ha la tasca interna per la cammel accetto anche offerte non di tipo omosessuale quindi ruspa e tutti gli altri non ci provate
  15. ecco la versione definitiva del mio cqb tutto full metal costruito su base marui semplice e funzionale - gusci in metallo con loghi colt della hurricane - kit cqb con ras frontale della vfc - calcio crane - grip con antiscivolo fai da te - vertical grip marui accorciata e antiscivolo in paracord - pistonne rinforzato e boccole in metallo il resto tutto originale verniciato con aerografo doppia azione e colori tamya non diluiti i colori in foto sono un po sfalzati ecco l'elenco di quelli utilizzati colori utilizzati - wooden deck tan cod. xf-78 - j.a. green cod. xf-13 - khaki drab cod. xf-51 - flat earth cod. xf-52
×
×
  • Create New...